Ci siamo! Sembra proprio che, finalmente, stiano per arrivare i tanto attesi incentivi per la rottamazione grazie al testo definitivo del decreto Rilancio. Le proposte avanzate sia della maggioranza che dall’opposizione sono molto simili ed hanno il fine ultimo di sostenere il settore automobilistico, che ha subito un calo enorme in questo momento di crisi. Diversi partiti hanno depositato un emendamento che prevede un bonus di ben 4 mila euro dal 1 luglio al 31 dicembre 2020, a fronte della rottamazione di un veicolo con almeno 10 anni di vita.

Più in dettaglio, è possibile ottenere un contributo statale di massimo 2000 euro per l’acquisto di auto Euro 6 (con emissioni CO2 superiori a 61 grammi per km), più un ulteriore sconto di pari alla misura del contributo statale da parte del venditore. Di buono, inoltre, c’è il fatto che anche chi non rottama il vecchio veicolo può accedere all’incentivo e lo sconto, che però scendono a 1000 euro ciascuno.

È anche possibile ottenere l’incentivo nel 2021, ma è fortemente consigliato non andare oltre il 31 dicembre 2020 in quanto sono previste alcune limitazioni. In parole povere, chi effettuerà la rottamazione nel 2021, avrà lo sconto e l’incentivo dimezzato. Quindi 2000 euro complessivi per chi rottama e 1000 euro complessivi senza la rottamazione. Inoltre sarà valido solo per vetture Euro 6 con emissioni di anidride carbonica tra i 61 e i 95 gr per km.

Per coloro i quali non vogliono acquistare un auto nuova, è previsto un contributo anche per l’acquisto usato almeno Euro 5 rottamando un veicolo Euro 0, 1, 2 e 3. In questo caso non si pagherà il passaggio di proprietà.

Ci sono ancora molti dettagli sui quali i nostri politici, sia della maggioranza che dell’opposizione, stanno ancora lavorando. Ad esempio, c’è chi ha chiesto l’immediata riduzione delle imposizioni fiscali sui veicoli aziendali di nuova immatricolazione. Chi propone anche un bonus aggiuntivo di 2000 euro a fronte di rottamazione e di 1000 senza rottamazione per l’acquisto di autovetture in stock (già prodotte prima del marzo 2020) e immatricolate entro il 31 dicembre; incentivi da 1000 a 3000 euro per l’acquisto di veicoli commerciali. Insomma, non ci resta che attendere il “verdetto finale” che arriverà prestissimo!

Per ricevere le nostre news direttamente nella tua casella di posta, compila il modulo in tutti i suoi campi.